Our ABE Experience

 

In questo programma gli studenti hanno avuto l'opportunità di conoscere la ricerca biotecnologica con procedure, tecniche e strumenti che consentono all'industria biotecnologica di produrre insulina umana o altre medicine salvavita a partire da batteri geneticamente modificati.

 

Dopo la formazione dei docenti presso l'ABE site Italy, grazie all'uso di materiali pubblicati sul sito web di AMGEN e ai kit MINI ONE SYSTEM, i docenti e gli studenti hanno effettuato delle esperienze di laboratorio di biotecnologie accessibili a tutti. Grazie a quest'esperienza, gli studenti sono stati in grado di effettuare elettroforesi, usare micropipette, lavorare con piccoli frammenti di DNA.

 

Seguendo l'approccio IBSE, gli studenti hanno imparato a lavorare in gruppi, condividendo le prestazioni e i risultati delle loro esperienze di laboratorio e imparando dai propri errori.

L'Amgen Biotech Experience ha rappresentato una grande opportunità di formazione per i docenti e l'AMGEN Biotech Experience Program è stato molto apprezzato da studenti, genitori, colleghi e presidi.

Antonietta Di Adila, LS G. Marconi, Foggia (FG, Puglia)
 

L'approccio di insegnamento-apprendimento inquiry-based ha enfatizzato il ruolo degli studenti nel processo di insegnamento, gli studenti sono stati incoraggiati ad esplorare i materiali, fare domande, condividere le idee, in contrasto con l'insegnamento tradizionale che generalmente si basa sulla presentazione dei contenuti da parte del docente. [...] Sarebbe estremamente auspicabile soprattutto nell'ambito scientifico, applicare approcci di questo tipo, che sono anche molto inclusivi.

Antonio Perretti, IIS "De Sarlo - De Lorenzo", Latronico (PZ, Basilicata)
 

Grazie ad ABE, abbiamo potuto applicare le conoscenze sulle Biotecnologie acquisite durante il corso di studi all'ITS Sturzo, utilizzando i materiali e attrezzature forniteci. [...] Abbiamo così acquisito, [...] sopratutto, la consapevolezza pratica di come le Biotecnologie siano modulari in un percorso che ci ha sempre affascinato per le sue sorprendenti possibilità di applicazione e sviluppo.

Studenti della classe VS dell'ITS Sturzo di Castellammare di Stabia (NA, Campania)
Elettroforesi su gel MiniOne

 

Ho trovato un eccellente bilanciamento tra il contenuto scientifico, le tecniche di laboratorio e le metodologie d'insegnamento. C'è stato sempre tempo per pensare e discutere su quello che abbiamo fatto, perché lo abbiamo fatto e quali implicazioni potrebbe avere sulle nostre modalità di insegnamento. [...] La mia fiducia in me stessa è cresciuta nel tempo, insieme all'emozione e alla motivazione. Una volta tornata alla mia scuola, sono stata molto sorpresa dal fatto che tutto questo era contagioso, come un virus, per i miei colleghi e anche i miei studenti, prima ancora di iniziare le attività di laboratorio. Grazie mille alla squadra ABE per quest'esperienza fantastica!

Maria Angela Fontechiari, Liceo Classico Romagnosi, Parma (PR)
 

Il punto più forte di questo progetto è che sia i docenti (prima), sia gli studenti (poi), hanno la grande opportunità di un'esperienza di laboratorio “hands-on”, che aiuta a costruire la loro comprensione dei concetti fondamentali della biologia e biotecnologia. Allo stesso tempo, gli studenti hanno anche la possibilità di sviluppare le loro prime abilità scientifiche, mentre lavorano su un progetto che segue lo stesso percorso della ricerca "reale". È forse questa la chiave di volta, che stimola ed emoziona sia gli studenti sia i docenti. L'esperienza è resa ancora più rilevante dal fatto che lo stesso lavoro è condotto in tutto il mondo, dando davvero la percezione di una comunità internazionale che si muove tutta nella stessa direzione.

Responsabili del progetto ABE per l'ISS Pitagora, Pozzuoli (NA)
Annamaria Continillo

L'esperienza che abbiamo avuto con ABE ci ha offerto un'opportunità unica di riflettere sulle metodologie didattiche, combinando teoria e tecniche di laboratorio. È stato molto eccitante partecipare in questo programma, che ha promosso la cooperazione tra scuole e università e ha posto una nuova, grande sfida: insegnare in maniera più efficace, cercando di tenere aggiornate le nostre metodologie, dando ai nostri studenti le conoscenze e gli strumenti per capire e operare in un mondo in continuo cambiamento. Grazie mille a tutta l'organizzazione, è stato assolutamente perfetto! Spero che il programma ABE coinvolga presto scuole da tutta Italia, e che risulti in un miglioramento delle tecniche di insegnamento su larga scala.

Annamaria Continillo, Istituto Industriale Statale G. Siani, Napoli
 

Tutti gli studenti hanno espresso curiosità e interesse nel progetto, per molte ragioni:

  • Prima di tutto, sono affascinati e sempre attratti dalle attività di laboratorio, perché possono mettere in pratica immediatamente quello che imparano. Essere protagonisti è sempre più costruttivo che essere spettatori. L'uso di strumenti innovativi e della metodologia dell'inquiry ha consentito di guardare oltre e proiettarsi nel mondo della ricerca scientifica.
  • In secondo luogo, è stato particolarmente favorevole il gestire attività e imparare contenuti che fanno parte del loro programma d'esame.
  • Discutere insieme, confrontare le idee e trovare soluzioni ai problemi è stata la conclusione ottimale di ogni giorno di lavoro.

La nostra scuola è stata fiera di aver preso parte in questa iniziativa.

Cecilia Fontanella, Maria Pontrandolfi, LS Giovanni da Procida, Salerno
Docenti in camice

Partecipare nel programma ABE ha contribuito a rimodellare le mie abilità tecniche. Grazie ad ABE sono stata introdotta al mondo delle biotecnologie moderne, non solo da un punto di vista delle procedure, ma anche delle metodologie. Questo valore aggiunto mi consentirà di procedere anche in armonia metodologica nel supportare i docenti della mia scuola. Credo che questo processo abbia grandemente arricchito le mie conoscenze tecniche, aprendo la via per la consapevolezza delle necessità delle abilità metodologiche. Spero che il pogramma ABE coinvolta la maggior parte delle scuole italiane in modo da creare una rete attiva di docenti e tecnici di laboratorio.

Maurizio Polito, Tecnico di laboratorio Istituto Industriale Statale G. Siani, Napoli
Silvia Maria Lippo

Grazie mille a tutto lo staff che ha pensato e organizzato questo corso teorico-pratico! Nonostante fossi molto stanca per le molte ore di lavoro, mi sento più soddisfatta per il futuro del mio insegnamento e piena di nuove idee per i miei studenti... Quando li ho visti per la prima lezione dopo il corso e ho raccontato loro della mia esperienza, gli alunni hanno mostratao grande interesse e non vedevano l'ora di cominciare il prima possibile. Sono sorpresa alla mia età di sentirmi come una novella insegnante e mi dispiacerà andare in pensione tra dieci anni!!!!

Silvia Maria Lippo, Liceo Scientifico A. Labriola, Napoli
Luigina Renzi

La conoscenza dei contenuti e la metodologia dell'inquiry trovano i loro ritmi nell'ABE; i metodi e i contenuti scorrono attraverso porte a battenti, e questa singergia diventa stupefacentemente mozzafiato per gli insegnati della scuola secondaria. Durante quest'esperienza ho riempito il mio bagalio di docente con strumenti scientifici e motivazione, entusiasmo e competenza, e sono ansiosa di condividerli con i miei studenti. Sono grata alla squadra dell'ABE site Italy per quest'incredibile esperienza!

Luigina Renzi, Liceo Scientifico Sansi-Leonardi-Volta, Spoleto (PG)